giovedì 29 gennaio 2009

Dall'Abruzzo alla Sardegna, le bufale di Berlusconi

Meno male che la Rete c'è, verrebbe da dire. E anche la memoria. Perché le similitudini tra la campagna berlusconiana in Abruzzo e quella in Sardegna sono così simili da rasentare lo sconcerto. Un video può aiutare a comprendere. Dunque, a dicembre il premier lascia Roma, la crisi nazionale, e si catapulta in Abruzzo a sostene Gianni Chiodi come presidente della Regione. Così sta facendo, ma in dosi addirittura più massicce, nell'Isola. I candidati sono normalmente sullo sfondo. E' lui che gestisce la folla, aizza, sciorina dati, prende la par condicio e ne fa un sol boccone, promette. Soprattutto promette. Promette ciò che non mantiene. Ma a questo siamo abituati. Vediamola da vicino questa strategia. Berlusconi lascia Palazzo Chigi dove - come ha detto giorni fa a Sassari - "a tempo perso faccio anche il presidente del Consiglio" - e si sposta a sostenere ora Gianni, ora Ugo, ectoplasmi nello sfolgorio egoico berlusconico. Ma siccome parliamo del capo del Governo, che "a tempo perso" potrebbe rilasciare una dichiarazione sulla recessione o sul conflitto in Medioriente, ecco il codazzo di telegiornali. Ripresa a campo largo sulla scenografia azzurra, coi nomi di Gianni e Ugo a caratteri cubitali con il logo del Pdl, et opplà lo spot (gratis) è servito. E negli orari di maggiore audience. Senza contare i costi per l'uso di aerei di Stato, elicotteri, agenti e carabinieri sottratti al Paese e all'ordine pubblico. Ma per fortuna che la Rete c'è. Da qui la denuncia del giornalista Claudio Messora, che nel suo sito Byoblu.com racconta che fine hanno fatto le promesse elettorali del premier in Abruzzo. Un avvertimento ai sardi che ancora credono nelle fiabe.Il 12 dicembre Berlusconi è a Chieti, per il rush finale a sostegno di Chiodi. Dice che l'Abruzzo riceverà parte dei 16 miliardi stanziati dal Cipe per le infrastrutture e per velocizzare la Roma-Pescara. Anzi, fa di più. Annuncia che il Cipe si riunirà il 18 dicembre e che quei soldi sono già lì, sul tappeto. Evviva. Il Cipe in effetti si riunisce, e stanzia denari. Per il Veneto, per la Calabria, per mezza Italia. Neanche un centesimo per l'Abruzzo. Per la Sardegna, Berlusconi ha parlato di un piano Marshall (un suo must, lo applica ora per al Palestina, ora per l'Italia depressa). L'Abruzzo insegna. E il video di Byoblu parla da solo.

2 commenti:

sbirulino ha detto...

ciao a tutti , spero che tante persone possano leggere questo messaggio e prenderne atto :CARU NANNEDDU/SU MUNDU EST GAI/A BERLUSCONI SU VOTU MAI/.PRIMA FIT PILI/SU COPIONI/DE SU PROGRAMMA/CARTA CARBONE/.COMO CI EST CUSTU /CUMMERTZIALISTA/PRO SOS AFFARIOS/POSTOS IN LISTA/L'ISCHIMUS TOTTU/IN COSTA TURCHESE/EST AISETENDE A BI PONNES PESE/IN SOS INTENDOS/DE SAS CONCHISTAS/AT COMPORADU/FARTZOS SARDISTAS/NANNEDDU CARU/TENELU A MENTE/E VOTA A SORU PRESIDENTE !!!!!!!!!!!!!

matilde ha detto...

A me è arrivato con sms ed ho subito provveduto a divulgarlo, ma mi piacerebbe sapere anche chi è l'autore *_*