domenica 4 novembre 2007

Le scuole elementari di Ussana tra calvario e tornello


Casualmente ad Ussana abbiamo notato un piccolo calvario; questo si ripete ogni giorno quando gli alunni delle scuole elementari escono da scuola alle 13:00. Sembrava di assistere o partecipare alla sagra dell’oscenità: solamente un cancello (largo meno di 2 metri che pare un tornello da stadio) risulta aperto nei dintorni del plesso scolastico con la formazione di un imbuto al cui interno i bambini e i genitori si accalcano e incespicano sulle moderne borse dotate di ruote.
In aggiunta molte macchine si parcheggiano proprio davanti a questo cancello ed alcune di esse hanno già i motori accesi, pronte così a partire mentre i bambini attraversano la strada.
Il prodotto è il CASINO più DISORDINATO. L’origine di tutto ciò è legata alla torretta. Ricordate?
La torretta che ha bisogno di manutenzione, quella che riversa calcinacci ai suoi piedi o meglio a coloro che vi passano vicino!
Infatti tutto è restato immutato da quando i genitori avevano promesso delle forme di protesta a causa delle pericolosità legate a questo fatto.
L’area, considerata a rischio, non risulta infatti oggetto dei lavori, sebbene urgenti, e l’ingresso-uscita delle scuole elementari si è ristretta sempre più, nonostante si abbiano a disposizione almeno 5 cancelli.
Sabato 3 novembre, in concomitanza della festa che si è svolta nel nostro paese, non è stato inviato alcun vigile urbano a tenere sotto controllo la situazione facendo accrescere la rabbia di diversi genitori; meglio controllare il maiale...
Tuttavia si trattava di un sabato…nel nostro caso un sabato di festa…e poi era già ora di pranzo...

8 commenti:

desaparecido ha detto...

strano che ci fosse casino...Ussana appare un paese molto composto...

desaparecido ha detto...

Ma sono atterrati gli Ufo nell'incrocio tra Via Roma e Viale Gramsci?

totò u'curtu ha detto...

Si gli Ufo..la palma inquinava!ora bisogna pagare anche per tenere accesi i faretti.

totò u'curtu ha detto...

Per quanto riguarda la scuola se non si lamentano veramente i genitori che problema c'è?A Ussana sembra che vada tutto bene, sotto tutti i punti di vista, nessuno si lamenta.

giovani democratici ussanesi ha detto...

totò può darsi tu abbia ragione...ma crediamo che molti ussanesi non abbiano di che lamentarsi perchè le connivenze sono fortemente radicate in loro

democratico ha detto...

«Risolvere problemi significa trovare una strada per uscire da una difficoltà,
una strada per aggirare un ostacolo, per raggiungere uno scopo che non sia
immediatamente raggiungibile… Risolvere problemi è un’impresa specifica
dell’intelligenza e l’intelligenza è il dono specifico del genere umano: si può
considerare il risolvere i problemi come l’attività più caratteristica del genere
umano»,……questo è quanto è stato fatto fino al 2000 sul problema scuole.
Dal 2000 ad oggi buio assoluto, i terrificanti, non entro nello specifico, problemi su questo importante argomento sono tutti tangibili, concreti, percepibili……..
Anch’io sono un po’ preoccupato, come ha giustamente detto Totò, su questa materia ho notato poca partecipazione, da parte di tutti, insegnanti, rappresentanti dei genitori, genitori e consiglieri di minoranza, …… non chiamo in causa la maggioranza, perderei solo del tempo.
Secondo il mio compassionevole punto di vista, per risolvere questa faccenda non occorre più studiare dei palliativi, il mettere pezze non risolve più il problema, è come dare il maquillage a una donna o un uomo di 100 anni.
Quindi invito tutti, a pensare in grande, …. parlo per il futuro,….. Preside, insegnanti, consiglieri di minoranza, Unione dei Comuni, rappresentanti dei genitori, liberi cittadini, alunni e militanti del PD, ragionare su questa mia proposta:
far nascere fra Ussana e Monastir un nuovo e ampio plesso scolastico condiviso con il paese di Monastir visto che anche loro soffrono dello stesso problema.
Il vecchio plesso di ussana, ormai obsoleto e fatiscente, potrà essere utilizzato, non so, ……… per la materna,……. per le elementari, decidete voi.
Ringrazio, nuovamente i giovani democratici per aver risollevato questo problema.
Saluti ……………………Adolfo Mena

democratico ha detto...

I genitori di Ussana, il Consiglio di Circolo e i consiglieri di minoranza si sono interessati eccome del problema. Da sabato 6 ottobre 2007, giorno in cui i vigili del fuoco, allertati da un genitore, hanno messo i sigilli al cancello di Via Satta, i genitori hanno affrontato il problema rivolgendosi ai propri rappresentanti. Questi ultimi hanno inoltrato istanza corredata da documentazione fotografica al Comune, e per conoscenza ai presidi della scuola primaria e secondaria, affinché si procedesse con estrema urgenza a sollecitare Abbanoa per la manutenzione dell'acquedotto e l'ufficio tecnico per il ripristino dell'apertura del cancello di Via De Gasperi. I consiglieri di opposizione, nella seduta di Consiglio Comunale del 20.09.2007, hanno prodotto interrogazione scritta sul problema delle scuole, dei cortili delle medesime e della mancanza ormai cronica di spazi. I consiglieri hanno suggerito come soluzione di riabidire il vecchio asilo esmas a polo scolastico aggiuntivo. Il Sindaco ha risposto che lì sorgerà il nuovo palazzo comunale. Da ciò si può dedurre quali siano le priorità della maggioranza.... Maryvonne Sedda

paololloddo ha detto...

...peraltro la costruzione del palazzo comunale è messo nel piano triennale delle opere pubbliche con a bilancio: euro zero;
no, piutosto che un complesso scolastico nuovo e consortile impiegheremmo risorse per ampliare i locali di materna e elementari,perchè con questo trend di trasferimanti di nuove famiglie con figli già in età scolare le esigenze sono già attuali; diversi banbini nati a febbraio 2005 non potranno frequentare la scuola dell'infanzia già adesso .
Con 50000 euro si sistemerebbero benissimo le pertinenze esterne dei caseggiati scolastici, e allora gli otto ingressi, diconsi otto!,torneranno a svolgere la loro funzione senza intasare la via crispi.
Inoltre vorrei aggiungere che l'intellligenza non è esclusiva dell'uomo e neppure dei primati(potete credermi);chi ha pratica sa che un maiale sa aprire un cancello se non è ben chiuso con la sicura, il topo sa risolvere problemi complessi per trovare una via di fuga; un babbuino sa usare un bastone per attaccare i nemici,il macaco giapponese sa lavare la frutta prima di mangiarla.ovviamente hanno dei limiti e infatti non si sognerebbero di proporsi per governare ussana!!!ah ah
non è colpa della natura se non si riesce a soddisfare le esigenze elementari della nostra cittadinanza...è che la scuola non è sentita come una priorità,per cui toccherà alla prossima giunta comunale che verrà rimboccarsi le maniche (le braccia!!!direbbe qualcuno);
al 2010 allora!