sabato 10 novembre 2007

La parola ai consiglieri - 2

Oggi pubblichiamo il secondo documento inviatoci dai consiglieri di "Ussana democratica": un'interrogazione fatta nel Consiglio comunale del 20 Settembre 2007, sul problema scuola.
Buon week-end a tutti!


"L’anno scolastico 2007/2008 non è iniziato bene nel nostro Comune. I locali si stanno rivelando oramai gravemente insufficienti, e quelli che ci sono si trovano in stato fatiscente. Nella scuola materna i bambini sono stipati in aule troppo piccole, e a settembre, sette degli aventi diritto alla frequenza erano in lista d’attesa. Ora la lista d’attesa si è ridotta a soli due bambini grazie alla rinuncia di alcuni genitori che non avevano intenzione di far frequentare ai propri figli la scuola pur avendone diritto. Ma se pure si fosse trattato solo di un bambino, il problema è rilevante. E’ infatti assolutamente necessario accogliere tutti i bambini le cui famiglie hanno chiesto la frequenza alla scuola materna, servizio comunale primario, e nel contempo, è un dato di fatto che gli spazi non sono più sufficienti.
L’amministrazione comunale, così attenta alle esigenze dello sport locale (precisiamo: del calcio, anzi, neanche di quello) e così sollecita nella realizzazione del campo erboso, non altrettanto è stata previdente nel fare pochi calcoli: il paese si sta ingrandendo, il Piano Urbanistico Comunale è stato modificato prevedendo discutibili nuove aree fabbricabili di espansione, l’ufficio tecnico comunale rilascia un gran numero di autorizzazioni edilizie, l’ufficio demografico comunale registra un aumento della popolazione derivante dall’immigrazione e dalle nuove numerose nascite, ma le scuole rimangono quelle di trent’anni fa, fatto salvo qualche aggiustamento in itinere, a seconda delle esigenze. Un’aula qui, un’aula là, magari senza bagni, i ragazzi delle medie che a turno migrano nel vecchio edificio pericolante e fatiscente delle vecchie scuole elementari, il tutto attraversando un cortile paragonabile ad un percorso di guerra. Muretti divelti, gradini semi distrutti, aiuole abbandonate che a primavera si trasformano in cespugli di erbacce facilmente infiammabili e in fonti di pericolo anche per gli insetti che vi si possono annidare, cancelli di accesso alla struttura scolastica che da tre si sono ridotti ad uno solo – quello meno felice di via Crispi – dopo la chiusura dell’accesso di via Satta da parte dei vigili del fuoco per potenziale caduta di calcinacci dall’acquedotto che a sua volta ha necessità di urgente manutenzione. Non siamo messi bene. Le soluzioni ci sarebbero: abbiamo un locale sicuramente da sottoporre a manutenzione ma esistente, l’ex Esmas, che potrebbe fungere da polo scolastico aggiuntivo, e occorrerebbe una minima sensibilità verso il problema dei locali scolastici esistenti, verso la popolazione che ha bisogno di servizi, oltre che di sagre e di campi erbosi. "

GRUPPO CONSILIARE "USSANA DEMOCRATICA"

p.s.: da un commento fatto dal capogruppo di "Ussana democratica" nel post dal titolo "Le scuole elementari di Ussana tra calvario e tornello" abbiamo appreso che la soluzione proposta dai consiglieri non sarà presa in considerazione, visto che il Sindaco s.p.a ha dichiarato che nelle aree dell'ex ESMAS dovrà sorgere il nuovo palazzo comunale! A noi sembra una delle tante bufale rifilateci in questi anni, proprio come l'imminente apertura del club house. Perciò a sinistra vi proponiamo uno dei nostri sondaggi!

9 commenti:

democratico ha detto...

Piano con le chiarificazioni, sono un nonno che fa il baby sitter e non dispongo dei mezzi per starvi dietro,…. è vero avevo bisogno di chiarimenti, ma sappiate che non sono il solo a reclamare spiegazioni.
Dalle vostre risposte un po’ come dire, a colori vivaci si evince che, spero di sbagliarmi, non amiate che si facciano delle “osservazioni” sul vostro operato.
Scorgo con rammarico che, con insufficiente democrazia, la mia proposta, per il futuro, di realizzare un plesso scolastico fra Ussana e Monastir, è già stata “bocciata”, da un consigliere, riporto testuali parole……… “no, piùtosto che un complesso scolastico nuovo e consortile impiegheremmo risorse per ampliare i locali di materna e elementari, etc ………….. poi continua …”Con 50.000 euro si sistemerebbero benissimo le pertinenze esterne dei caseggiati scolastici, e allora gli otto ingressi, diconsi otto!.., torneranno a svolgere la loro funzione senza intasare la via crispi”. Cribbio, cento milioni del vecchio conio, per gli otto ingressi.
Cullo la speranza che si tratti di una conclusione individuale.
Seguo volentieri le vostre discussioni politiche apprezzo il vostro impegno. valuto positivamente il vostro gruppo politico, il vostro partito, i giovani che vi ruotano attorno, che sono una parte importantissima per Ussana, anche se, a livello regionale, sono arrivato, a non sopportare più l'immobilismo decisionale e la demagogia diffusa, che sta producendo solo una piccola e circoscritta percentuale di azioni necessarie per riavvicinare i giovani e i cittadini alla politica e recuperare quel necessario sentimento di stima verso chi la politica la pratica in nome e per conto dei propri elettori.
Sarebbe troppo facile cavalcare l'onda del mal contento verso la classe politica che orma si è avocata il diritto di essere troppe volte fuori dalle regole che invece valgono per tutti i cittadini.
Sostengo che il politico, come chiunque viene posto a carico di una responsabilità comune, deve rispondere direttamente e trasparentemente a chi lo elegge………..Forse è utopia, ma vedo solo questa strada per riuscire ad essere credibili.
Non credo che non serva la politica, serve una politica corretta, integrata nelle necessità della gente e partecipe delle difficoltà, non a margine come sta accadendo adesso. I privilegi quotidiani a cui questa è soggetta allontanano la parte sana del nostro paese, avvicinando solo chi pensa di trarne un vantaggio personale ……, questo avviene anche a Ussana…………Credo sia necessario abbassare il livello dei comportamenti e aumentare l'utilizzo di tanti giovani e personalità che vivono nella nostra Ussana. Ci vuole sacrificio , come del resto il sacrificio lo sta praticando giorno per giorno tanta gente normale nel cercare di vivere e far vivere i propri figli in modo dignitoso, educandoli al rispetto degli altri e all'onestà intellettuale personale.
Un caro saluto a tutti voi. ……………………….Adolfo Mena

paololloddo ha detto...

ringrazio ancora tutti i cittadini che intervengonosul blog con le proprie opinioni senza trasformarlo in un contradditorio personale; a domanda rispondo
a)la cifra citata di 50000 euro per tutte le pertinenze scolastiche, oltre 10000 m2, è stimata per l' eliminazione di tutti gli ostacoli presenti che hanno portato alla chiusura di tutti e sette gli accessi citati.
b)la cifra necessaria per la costruzione per un nuovo comprensorio scolastico sarebbe molto più alta.
c)questi argomenti nascono dalle analisi fatte con i consiglieri comunali e con il consiglio di circolo didattico di Monastir e Ussana.
d)dissentire in maniera critica ,analizzando dati certi, è il cardine della democrazia;per questo invito tutti coloro che possono contribuire alla vita politica di ussana a partecipare alle varie attività che organizziamo,conoscerci di persona sarà più utile a tutti.
dobbiamo essere democratici anche conchi ha idee diverse dalle nostre

giovani democratici ussanesi ha detto...

è stato forse contradditorio perchè quelli che (come il nostro consigliere) con costanza inseriscono commenti sono assai pochi...il nostro giovane blog propose già a Mui.Mui di partecipare più attivamente al PD, visto il suo interessamento al nostro paese, tuttavia dopo l'invito non se ne ebbe più traccia; anche il caro Adolfo è stato invitato a partecipare in maniera attiva al progetto del PD ussanese, ma oltre il contradditorio con il nostro consigliere non è mai andato. Le parole non ci bastano purtroppo, servono progetti, collaborazione, unità e molto lavoro. L'impegno per le prossime elezioni deve essere una cosa seria e chi avrà la verve utile si dovrà proporre a tutti gli attivisti; tutti gli scansafatiche e gli avvoltoi potranno scendere dal nostro treno perchè per la fermata del 2010 non faremo più soste.

democratico ha detto...

Perdonatemi non volevo oltraggiare e offendere nessuno, non c’è niente di personale.
Approfitto per ringraziare il consigliere per le delucidazioni, credo sia giusto chiarire più a fondo le questioni, specialmente quelle che riguardano tutti i cittadini, come ha fatto il consigliere in questo caso, non ho idee differenti dalle vostre, analizzo con senso critico tutto quello che si dice e che si fa.
Quasi certamente questo sarà il mio ultimo intervento.
Saluti ………………. Adolfo Mena

democratico ha detto...

Scusate nuovamente, chiedo ufficialmente ai creatori di questo bellissimo blog, di cancellare tutte le mie sortite, oppure questa prima sul post la parola ai consiglieri 2.
Saluti. Adolfo Mena

giovani democratici ussanesi ha detto...

caro "rivoluzionario" Adolfo non possiamo cancellare il suo commento, non possiamo cancellare i commenti democratici inseriti; stiamo realizzando il PD e ci dimostreremo incoerenti con le nostre idee in caso contrario. Il suo commento è stato forse eccessivamente critico perchè magari Lei ha interesse alle sorti della nostra Ussana; l'importante è rimanere sempre nei ranghi dell'educazione. Purtroppo non potremo subire solo apprezzamenti perchè la lotta per le elezioni del 2010 a breve entrerà nel vivo. Inoltre non abbiamo mai dubitato del sua credo politico perchè la destra ussanese non riuscirebbe a scrivere nemmeno un h su questo blog. Il dibattito che si è acceso con il nostro consigliere, eletto nella lista Ussana democratica, è nato perchè tutti gli ultimi commenti esterni erano stati inseriti da Adolfo mentre del resto degli ussanesi nessuna traccia. Per ripristanare una vecchia Strada non basta spalmare bitume sulla carraggiata ma occorre partire dal basso e cioè ricostruire il sottofondo; idem con la nostra Ussana.

tonino.mereu ha detto...

Penso che paololloddo abbia ragione, perchè se guardiamo all'analisi della situazione nella sua interezza, ci accorgeremmo, senza fraintendimenti, che non esistono strade sicure, ma solo viottoli pieni di curve e pendii.
"continuamo così, continuamo a farci del male", diceva un famoso regista.
Guardiamo in faccia la realtà, non è solo bloccando la scala mobile riusciremo questra volta a venirne fuori.

mandingosardo ha detto...

arridatece er pecora!!schifani!!calderoliprevitietoninodipietro,nonne possiamo piuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!siate seri se potete.

iosemarras ha detto...

Finalmente sono riuscito a registrarmi, fino ad oggi mi limitavo solo a leggere, inizio col fare i complimenti ai giovani democratici per aver realizzato questo splendido blog.
Ho letto con attenzione tutti, dico tutti, gli interventi di Paolo Loddo e il sig. Adolfo Mena, ho trovato il tutto molto interessante, democratico e corretto, da tutti i punti di vista, democratico il sig. Mena, che, a mio avviso non è un’ avversario politico, anzi sono convinto sia un nostro elettore, fa tante domande e dice la sua con criticità, …….. ritengo sia democratico Paolo Loddo, non dobbiamo dimenticare che ricopre due, forse tre, incarichi “istituzionali” ed è logico è democratico che debba dare risposte ai cittadini, come diceva in un suo intervento il Mena è questo a fatto Paolo, questa, secondo me è vera Democrazia non bisogna averne paura.
Io faccio tifo per tutti e due, anzi consiglio Paolo Loddo ad invitare il sig. Mena a continuare a dire la sua su questo blog.
A presto. Iose