giovedì 23 ottobre 2008

Obbedite e non dissentite (minoranza) senza distrazioni

C'è grande confusione in Italia e durante la confusione si battono i pugni sul tavolo.
Ieri Berlusconi l'ha fatto per l'ennesima occasione vaneggiando con le sue solite improvvisazioni: ha dichiarato che manderà la Polizia nelle scuole e nelle università per cacciare via i manifestanti (chissà se accadrà come a Genova alla scuola Diaz...).
Perciò, dopo le ripetute allusioni allo Stato di Polizia, tanto osannato dall'odierno centrodestra, si teme che dal nuovo balcone si affacci il nuovo Dittatore!
Tuttavia si tratta sempre delle solite sceneggiate per distrarre l'opinione pubblica dalle cose concrete e dai fatti reali che han portato alla protesta di studenti, genitori, maestre e professori.
Il caro Berlusconi (forte di una grande maggioranza e di decreti votati a colpi di fiducia) non si è degnato di confrontarsi con chi si oppone a questa schifosa legge; ma perchè mai dovrebbe farlo: lui ha deciso e noi obbediamo, nel frattempo la marionetta Gelmini, vantandosi di una legge che porta il suo nome, è ormai all'apice della felicità!

Addirittura, ancora il centrodestra accusa la sinistra italiana per non avere fatto proposte, in merito a tale legge, durante le votazioni in Parlamento! Qualcuno magari pensa che il centrodestra avrebbe accettato eventuali modifiche a questa legge immonda?
Nei prossimi giorni approfondiremo con altri post cosa comporterà per il futuro dell'istruzione (pubblica) e della cultura questa nuova legge.
Il periodo delle "riforme" continua...
Salviamo l'Italia!

P.s.: il gruppo Mediolanum risarcisce i correntisti che hanno avuto disavventure con la banca americana Lehman. Ma se le banche non hanno liquidità chi risarcirà i piccoli investitori?
Lui: il Presidente del Consiglio di un governo troppo attento a coprire, a celare e a ingannare piuttosto che a rispondere alla richiesta legittima di trasparenza dei suoi cittadini.
Come dire: prendi l'ossicino e stai zitto...

1 commento:

matilde ha detto...

Uno dei problemi più grandi con questo governo è che sforna leggi oscene a ritmi tali da non riuscire a stargli dietro... se dovessero governare per tutti e cinque gli anni, il prossimo governo dovrebbe utilizzare tutto il suo mandato per rimediare ai disastri che ne deriveranno.
Sempre che non riescano a varare una legge che gli consenta di stare al governo finchè piace a loro...