giovedì 4 settembre 2008

Le buone notizie italiane non sono notizie

Dopo gli importanti premi ottenuti dai film italiani “Gomorra” ed “Il Divo” al festival di Cannes, i giornali italiani pubblicano ora sterminati articoli sui rischi derivanti dal fatto di lavare pubblicamente i panni sporchi del paese. Il primo film si basa sul fantastico libro di Roberto Saviano sulla mafia campana, la camorra. Anche il film è realistico e vibrante, ha la stessa forza e lo stesso piglio asciutto della versione scritta. Gli attori sono eccellenti, il regista è praticamente sconosciuto e ha “solo” 40 anni. Una delizia nel panorama culturale italiano.
L'altro film è il ritratto di uno dei più misteriosi e ambigui personaggi del dopoguerra italiano, Giulio Andreotti. “Il Divo” è il titolo del film sul più volte presidente del consiglio che viene sospettato di simpatie verso la mafia. Il film è la naturale continuazione di molti altri eccellenti film sugli oscuri segreti del passato dell'Italia.

Niente di nuovo sotto il sole, dunque. Eppure è la prima volta da parecchio tempo che il cinema italiano riceve un’accoglienza così calorosa all’estero. Il mio parere personale è che la crisi culturale, economica, politica e sociale del paese stia finalmente cominciando a lasciare un'impronta creativa nell'arte.
Molti analisti sociali italiani sospettano invece che questo tipo di film funzionino a livello internazionale perché non fanno altro che confermare al pubblico straniero l’immagine negativa dell’Italia. Il popolo che sceglie Silvio Berlusconi come presidente del consiglio continuerebbe quindi a inquietarsi a causa di ciò che gli altri “davvero” pensano degli italiani stessi. Perché non raccontate mai tutte le cose allegre, simpatiche e belle che facciamo?
Questo tipo di commenti giunge talvolta anche da versanti diplomatici: perché riferisci solo le notizie negative dell’Italia? Perché non fai un servizio sulle forze di pace italiane in Afghanistan ed in Libano, invece della tragedia rifiuti in Campania, della corruzione politica e della mafia?
“No news are good news” [Nessuna nuova, buona nuova, N.d.T.], si è soliti dire. Si potrebbe anche girare la frase e dire che “good news are no news” [Le buone notizie non fanno notizia , N.d.T.]. Questo lo sanno quasi tutti nel nostro settore, mentre risulta praticamente incomprensibile per chi vede il giornalismo dall’esterno.
Così, mentre “Gomorra” ed “Il Divo” riscuotono grandi successi all'estero, gli italiani si siedono sul divano per vedere “I Cesaroni” in TV. La serie tivù sulla famiglia Cesaroni, del quartiere Garbatella di Roma, ha battuto ogni record di pubblico della televisione italiana. Il Corriere della Sera ha appena cominciato a vendere il dvd della serie insieme al giornale ad un prezzo vantaggioso. Il successo è assicurato. TUTTI guardano “I Cesaroni”.
La serie racconta la dura realtà quotidiana attraverso la vita di due fratelli, di cui uno è vedovo e gestisce un ristorantino alla Garbatella. L’uomo si è risposato con un suo amore adolescenziale, dopo che lei si è separata dal marito. Insieme hanno cinque figli, di cui due sguaiatamente bellocci ed innamorati l’uno dell’altra. La donna ha vissuto a Milano molti anni, e così sia il sud che il nord sono rappresentati. L’altro fratello è scapolo e verginello! Tutti i tentativi di appaiarlo a qualche simpatica signora sono vani. Ovviamente, almeno fino ad ora, non è gay, il Papa ce ne scampi.
Di quando in quando, “I Cesaroni” tratta anche di questioni “moderne”, come l’omosessualità e l’immigrazione, ma nel complesso la serie esprime soprattutto l’idealizzazione tutta italiana della famiglia come istituzione e come unico porto sicuro dell’individuo in una società ostile e caotica.
Nella serie tutti sono gentili e le cose finiscono sempre bene. Tutti sono responsabili delle proprie azioni e chiedono scusa quando sbagliano. Tutti sono imbarazzantemente puri e perfettini come gli italiani reali. Ma qui cominciano e finiscono i paralleli con la realtà. “I Cesaroni” mostra purtroppo la famiglia e la società italiane così come gli italiani vorrebbero che fossero, non come sono. Questo dramma tivù, zuccheroso ed armonico, non si vende facilmente all’estero. È più facile ingannare sé stessi che gli altri.

Articolo pubblicato Martedì 3 Giugno 2008, in Svezia.

19 commenti:

sbirulino ha detto...

ciao a tutti ,a proposito di buone notizie :nessuno ha sentito qualcosa riguardo la scuola calcio per bambini ? ormai la stagione stà per cominciare e ancora non si sà se i bambini frequenteranno questa o quella scuola calcio ,chiunque essa sia ,senza la politica di mezzo perchè altrimenti non si fà niente !

Matt ha detto...

Scusate ma questo paragone non lo capisco, sono due cose estremamente diverse. trovo che Roberto Saviano sia un genio, uno che si alza e lancia la bomba pronta a "sput****are" la camorra, uno coraggioso, ma questo non ha nulla a che fare con i personaggi della serie televisiva "I Cesaroni". è una serie che seguo in tv. il compito della fiction è quello di intrattenere il pubblico nella spazzatura trasmessa in tv la domenica, con storie che potranno anche essere frivole, leggere e poco impegnative, ma divertono, c'è la curiosità di sapere come andrà a finire l'episodio, ma è comunque una fiction sana, senza troppe pretese, pensiamo invece agli altri programmi in tv, quelli che farebbero della tv una tv utile; mi manda raitrè, report? loro informano il pubblico sulle speculazioni, ma loro stessi speculano su queste speculazioni, ricordo ancora la puntata dove la giornalista di report si lamentava per l'accesso vietatole alla settimana della moda a Milano, beh lo trovo normale, l'abbigliamento della giornalista era pessimo (settimana della moda non dell'abbigliamento a 10 euro nei cestoni dell'oviesse), e poi ormai lei agli occhi di molta gente è dipinta come una guastafeste, incattivita e morbosa, Ed è tutto un riciclo, loro fanno successo tagliando le gambe a tante imprese (posso farvi l'esempio dei call center, ci ho lavorato anni e ormai grazie a questi programmi i clienti hanno paura di essere imbrogliati). Vogliamo parlare di buona domenica o domenica in? oddio lasciamo perdere, uno show di papponi e battone, basato sul riciclo, adesso trasmettono veline. AHHHHHH! si salvi chi può! Seguivo anche Il Commissario montalbano, è una serie televisiva comunque ripetitiva quanto i cesaroni, finisce sempre bene come il don Matteo e spazzature varie, mtv che spacca il cervello con il suo commerciale e Rai 4 la nuova rete al pari di iris che trasmette qualche film e serie carine, ma comunque troppo riproposte, e voi mi venite a cercare I Cesaroni? dai per favore... E mi fermo qui perchè se parlo del tg4 o dei programmi di satira politica leccafondoschiena non mi fermo più... Ah dimenticavo: una sola ha capito tutto, programma dopo programma successo dopo successo, che può essere spazzatura, ma spacca, vende fa audience e replica. Il genio mediatico. Maria De Filippi.

PARTITO DEMOCRATICO & GIOVANI DEMOCRATICI - Circolo "Antonio Gramsci" - USSANA ha detto...

Matt quest'articolo da Noi proposto è stato pubblicato su un quotidiano svedese da una giornalista svedese; non si paragona Saviano a i "Cesaroni". Ci si chiede perchè gli italiani preferiscono fiction!
Forse perchè di fronte alle reali condizioni di vita italiane (che oltrettutto non conosciamo ancora bene) facciamo come gli struzzi?

PARTITO DEMOCRATICO & GIOVANI DEMOCRATICI - Circolo "Antonio Gramsci" - USSANA ha detto...

Caro Sbirulino a quanto pare dalla scuola calcio San Sebastino molti genitori hanno deciso di ritirare i loro bambini; la motivazione sarebbe dovuta al Cantiere presente all'Ex Club House.
Di più non sappiamo;
questo è un blog politico!

desaparecido ha detto...

io non ho mai seguito questi Cesaroni e vorrei sapere qualche notizia da chi invece lo ha fatto...
ad esempio si parla di come buona parte degli italiani debbano subire ricatti per potere lavorare?
In primis la preferenza alle elezioni a questo piuttosto che a quell'altro candidato? E poi di tutte le varie parentopoli?
...devo aggiungere altro?...

Matt ha detto...

Non avete capito il mio messaggio. Ripeto facendo un sunto del tutto: La sitcom "I Cesaroni" sarà pure falsa come dite voi, ma è un genere di intrattenimento sano. Cambiate canale e vedete che si trova. tette e culi, nulla di più, in una tv rovinata dal maschilismo dove l'uno specula sull'altro, quindi... Perchè per la qualità delle trasmissioni che vengono trasmesse in tv i cesaroni sono "puliti" ecco perchè gli italiani preferiscono questo. Badate che la maggior parte sono ragazzi. E fa successo anche grazie a questi ultimi. Avendolo seguito è una fiction molto carina, leggera e senza troppe pretese. Fate una cosa, lasciateli perdere questi articoli delle giornaliste svedesi che non sono nemmeno tanto informate... hahahahaha scherzo...

matilde ha detto...

Io purtroppo non ho visto i due film in questione, però per quanto ne ho sentito parlare è quasi come se li avessi visti...
Comunque il cinema italiano per quanto mi risulta, tende sempre ad essere impegnato nel sociale (se vogliamo escludere quelle schifezze natalizie...). Il problema è che da un punto di vista commerciale non paga, (Il divo e Gomorra comunque in Italia hanno avuto molto successo)perchè chi è che ha voglia di andare a deprimersi andando a vedere le disgrazie che ammorbano la nostra società ? Questo non significa che la gente non conosca la realtà che la circonda, piuttosto a volte si preferisce non vedere, forse gli italiani si sono un pò rammolliti e non hanno voglia di affrontare i problemi, li schivano sperando che non tocchino loro in prima persona...
Piuttosto secondo me l'errore che fà la giornalista e che può lasciare il lettore un pò perplesso è quello di fare un parallelo tra cinema e fiction, mentre sono proprio due mondi diversi. La fiction I Cesaroni è rivolta ad un pubblico molto giovane, ed ha più che altro lo scopo di intrattenere e divertire i ragazzini, che sono comunque bombardati dalle notizie catastrofiche che trasmettono i telegiornali, che vedono anche loro ed è una sorta di compensazione. Sui programmi vari trasmessi alla televisione stendiamo un velo pietoso... se ne salvano pochi.
ciao
Matilde

sbirulino ha detto...

cari amici del blog ,avete detto bene:QUESTO è UN BLOG POLITICO .sappiamo tutti da chi è gestito il club house e se è ancora inattivo ,il tutto è dovuto a dei personaggi che altro non fanno per rimandare l'apertura (ma sbaglio o era prevista a natale di qualche anno fà ?se esiste un cantiere in corso per dei lavori e gli impianti sportivi sono inagibili ,o pericolosi ,premetto che io personalmente non conosco la situazione attuale .voi come blog politico non potete metter in risalto il problema riguardo alla scuola calcio S.SEBASTIANO? io penso che i bambini hanno bisogno di un impianto sportivo dove praticare lo sport ,divertirsi e crescere nella mentalità in cui un domani non debbano avere dei problemi di natura politica ,perchè se appartengano a un colore di una bandiera ,scoppia il finimondo e cominciano le guerre e i dispetti , alle società gli si nega anche il posto dove farli divertire e crescere in un ambiente sano ,senza scrupoli ,e ricordo ad alcuni signori ,che i bambini che praticano la scuola calcio sono talmente ingenui che l'ultima cosa a cui si dedicano è la politica ,perchè pensano solo a dare due calci a un pallone e divertirsi .a questo punto dico soltanto una cosa:facciamoli divertire e lasciamo da parte le polemiche che nascono sia da fatti personali che da opinioni politiche diverse.ciao a tutti .

matilde ha detto...

A proposito di notizie, lo sapete che a Sestu c'è il raduno dei motociclisti? E'a San Gemiliano, io non ci sono ancora andata ma domani ci andrò sicuramente perchè sarà l'ultimo giorno.Gli estimatori di musica rock e metal non dovrebbero mancare all'appuntamento.
Se mai tra voi ce ne fossero...
ciao
Matilde

PARTITO DEMOCRATICO & GIOVANI DEMOCRATICI - Circolo "Antonio Gramsci" - USSANA ha detto...

Certo che possiamo mettere in risalto il problema della scuola calcio S.Sebastiano: anzi vogliamo!Il 2 febbraio avevamo scritto un post(http://lanostraussana.blogspot.com/2008/02/lo-sport-futuro-per-i-giovani-ussanesi.html) ed era intervenuto anche un dirigente nella discussione. Per quanto riguarda il blog siamo sempre a disposizione per tutto: potete inviarci due righe a lanostraussana.blog@tiscali.it, in cui viene spiegato bene il problema e lo pubblichiamo come post senza problemi. Crediamo anche che si possa mettere in risalto il problema in Consiglio comunale, quindi ti invitiamo o invitiamo i dirigenti della scuola calcio a contattare il coordinamento del PD per discutere più approfonditamente del problema.

sbirulino ha detto...

grazie ,siete stati molto gentili a pubblicare il commento riguarda la scuola calcio S.SEBASTIANO .io ancora non ho dei figli che frequentano ,non faccio parte di S.SEBASTIANO ,però non sono d'accordo su certe prese di posizione da parte della società USSANA CALCIO o chi per lei la rappresenta ,mi dispiace tanto dire questo ,ma non capisco come mai ad una società gli viene concesso il campo in erba mentre all'altra viene dato il campetto che si trova nel club house,e tutto questo succedeva nel campionato 2007-2008.per poter usufruire del campo in erba bisogna essere iscritti ad una certa lista elettorale o far semplicemente parte delle amicizie che governa USSANA ?

PARTITO DEMOCRATICO & GIOVANI DEMOCRATICI - Circolo "Antonio Gramsci" - USSANA ha detto...

Ahinoi a Ussana si! Ma non solo per il calcio: per tutto. Il PD di Ussana pensa di poter amministrare in tutt'altro modo il nostro paese. Pensa che i bambini debbano potersi divertire tutti allo stesso modo, pensa che molte famiglie hanno diritto alle strade asfaltate e all'illuminazione pubblica. Pensa che finalmente il club house possa essere utilizzato per quello per cui è stato pensato. Pensa a tante altre cose che si possono fare per migliorare il paese e toglierlo dall'immobilismo di questi ultimi 8 anni. Tra meno di due anni i cittadini di Ussana potranno scegliere se continuare a vivere di false promesse e di briciole per un voto, oppure di contribuire a risvegliare e dare slancio al prorio paese. Il PD sicuramente si proporrà per tutto ciò chiedendo la fiducia a tutti i cittadini.

sbirulino ha detto...

ciao,giustamente avete detto che i bambini debbano divertirsi tutti allo stesso modo ,ma anche tutti nello stesso posto .conosco i problemi relativi alle strade ussanesi e tutto ciò mi fa semplicemente incazzare ,scusate il termine .perchè in codeste vie non servite da i servizi da voi citati ,abita qualche famiglia che non appartiene alla cerchia di parentato che cerca di governare ussana ,male, ma governa.a questo punto spero tanto che i due anni passino in fretta e si arrivi alle elezioni ,a meno che non succeda qualche colpo di coda e si vada prima. speriamo che i cittadini pensino bene a chi votare per far si che non ci si ritrovi in questa identica situazione per altri 5 anni,fatte di promesse e di tira e molla sul da farsi .a quanto pare il nanetto ,pur di farsi votare a livello nazionale, ha contagiato tutti con la sua ormai celebre frase " PROMETTO ",perchè anche qui a ussana si sono fatte tante di quelle promesse che per elencarle tutte ci vogliono due pagine del blog......ciao a presto

democratico ha detto...

BASTA COL “TANTO ORMAI”.
Il FALLIMENTO della società CALCISTICA USSANA realizzato ad hoc da
“I FURBETTI DEL CALCIO USSANESE”, guidati dal “Deus ex machina”, per non restituire alle casse del Comune quel debito accumulato negli anni…… Si vocifera, 20 mila, forse 30 mila, per l’uso del campo (illuminazione, irrigazione, gestione ed affitto). Questi FURBETTI oggi addossano le colpe del disastro a fattori esterni, e ai ragazzi “fannulloni” che la domenica scendevano in campo.
Addirittura, la Giunta comunale ha concesso e consegnato a questa Società, guidata dagli stessi esponenti della Giunta, un contributo di circa 6000 euro, dopo il fallimento.
il Gruppo di Opposizione, dovrà, è un loro dovere, andare a fondo su questa vicenda, in quanto se è vera la notizia del debito, e, se è reale la notizia dei 6000 euro consegnati dopo il fallimento, dovrà, in primis invitare l’Assessore competente a riferire in Consiglio, se è competente e se vuole riferire, e poi pretendere ufficialmente, da questi FURBETTI, la restituzione della cifra.
Sbirulino: la Politica, quella che manifestiamo noi democratici, deve essere presente, sempre, non certo fisicamente, come è successo con l’Ussana calcio, ma deve avere la capacità di vigilare senza interferire, come si faceva in passato, e deve saper “affidare” certe gestioni a persone competenti e corrette, possibilmente non politicizzate.
Sul dilemma campo erboso da affidare alla San Sebastiano, basterebbe, visto che il “TANTO ORMAI” ha contagiato un pò tutti gli Ussanesi, recarsi alla caserma dei Carabinieri più vicina, e fare regolare denuncia. “La disparità di trattamento è una delle figure sintomatiche dell’eccesso di potere”,……..Proprio quello che succede a Ussana da 8 anni a questa parte..
a.m.

P. s: “TANTO ORMAI”: termine usato continuamente dagli Ussanesi.

Matt ha detto...

PARTITO DEMOCRATICO & GIOVANI DEMOCRATICI - Circolo "Antonio Gramsci" - USSANA ha detto...

Il PD sicuramente si proporrà per tutto ciò chiedendo la fiducia a tutti i cittadini.

Se può essere utile vado a suonare il campanello di tutte le famiglie ussanesi a fare propaganda per il PD. Non è possibile che le persone votano una persona di cui non conoscono le intenzioni. "Tanto ormai" propriu unu piccu! Perchè quelli che ne pagheranno le conseguenze saremo noi, un buon sindaco mette delle solide basi per la generazione che verrà, questo ha messo le basi per la sua generazione, questo è inammissibile. Toccara a si movvi...

un cittadino ha detto...

Buonasera ai ragazzi del blog e ai suoi partecipanti. in questi giorni leggo con interesse i vari argomenti .volevo intervenire per dire il mio pensiero su tutto ciò;per quanto riguarda la SAN SEBASTIANO CALCIO non posso minimamente pensare che il campo in erba non gli sia stato concesso per questioni politiche o antipatie personali ,ma suppongo che sia stato per i vari impegni già intrapresi a sua volta con la scuola CALCIO USSANA .E’ anche vero che entrambe le società dovrebbero usufruire del campo in erba ,e quindi non solo una .Spero che i motivi per cui gli è stato negato non siano quelli sopracitati .Per quanto riguarda alcune strade incomplete di servizi ( bitume ,illuminazione )purtroppo c’è da dire che i tempi di realizzazione sono lunghi a causa delle autorizzazioni ,quindi anche qui immagino siano soltanto degli intoppi burocratici e non altro. Leggendo i vari motivi penso che siano stati scritti in buonafede ,mi spiego ,magari si conoscono delle persone che vivono in quelle vie e sentendo i vari problemi che esistono , il tutto sia stato scritto con presupposti e niente altro di più. Io difendo tutti e nessuno ,esprimo un mio pensiero da libero cittadino e non mi importa chi amministra ,l’importante è che lo faccia nel rispetto delle regole e nel modo più trasparente possibile .I ragazzi del blog scrivono che pensano di cambiare alcune cose per il bene del paese,e questa frase frase un po’ mi ha colpito perché devono far capire che ancora esiste e si ha la libertà di pensiero ; che esprimono la voglia di cambiare magari già dalle prossime elezioni . A loro, se mi permettono di farlo dò un consiglio : di restare uniti nella loro mentalità ;nei loro sani principi personali e soprattutto nell’umiltà ,perchè specialmente con quest’ultima si può andare avanti .Oggi collegarsi a internet è ancora un’impresa ,però ho sentito che entro novembre_dicembre sarà tutto più facile con l’ADSL ,e anche questo è uno dei tanti intoppi burocratici che sono stati portati avanti molto lentamente,ma finalmente ci sarà l’ADSL .Io spero in una collaborazione tra le parti politiche per far si che si trovi un comune accordo per le tante questioni che interessano il paese. Un saluto a tutti voi del blog e a tutti quelli che partecipano . buonasera .
Un cittadino

sbirulino ha detto...

ciao democratico ,hai detto bene:la gestione andrebbe data a persone che con la politica non c'entra niente ,in modo da starne fuori e non avere interessi !spero che per far divertire i bambini non si arrivi a far denuncie per poter usufruire del campo in erba ,ma ci si metta d'accordo tra le parti :senza figli e figliastri .le elezioni piano piano si avvicinano e sicuramente questo va contro chi ha permesso tutto questo ,facendo fallire anche l'ultima squadra locale ,quando ,se non ricordo male alcuni anni fà c'erano addirittura 2 squadre che si contendevano il campionato .quelli erano tempi ,non ora ! che vergogna una situazione del genere ,spero tanto che gran parte degli ussanesi sia al corrente di tanto altruismo e si ricordi in periodo elettorale .ciao a presto.

francesco ha detto...

buongiorno a tutti mi presento. sono Francesco Carruale socio della SANSEBASTIANO USSANA. Ho letto con molta interesse i Vs post che riguardavano la SANSEBASTIANO CALCIO e mi scuso del ritardo con cui partecipiamo alle Vs discussioni essendo impegnati nell'organizzazione della nuova stagione sportiva cui far partecipare i nostri bambini della scuola calcio. Ci fa un enorme piacere vedere che siamo riusciti a diventare dopo solo un anno di impegno, una realta sportiva di Ussana, perche questo siamo oggi, una societa che si e occupata esclusivamente di far fare sport ai bambini,vederli diventare tristi alle prime sconfitte sportive e sfoderare un sorriso smagliante e orgoglioso con i loro primi successi.
questo e il successo del nostro impegno con i bambini, hanno sorriso e socializzato anche su un campo sterrato, pericoloso per la loro incolumita, ma loro hanno l'innocenza dell'infanzia, ancora non vedono sopprusi, malvagita di noi adulti,a loro basta una palla i loro amici. E compito di noi adulti tenerli lontani, fino a quando e possibile, dalle beghe sterili delle nostre competizioni.
Noi della SANSEBASTIANO, continueremo a profondere il nostro impegno nel far fare sport in un ambiente pulito e sano ai bambini e facciamo un appello a tutte le forze sane di ogni estrazione di Ussana, aiutateci a mettere in primo piano i bambini, sono loro la piu grande risorsa del futuro del nostro paese. Vi ringraziamo dello spazio concessoci

PARTITO DEMOCRATICO & GIOVANI DEMOCRATICI - Circolo "Antonio Gramsci" - USSANA ha detto...

Grazie signor Carruale per il suo intervento. Possiamo risponderle che, come lei, anche il PD ussanese vuole che i bambini si divertano senza pensare a niente. Evidentemente c'è chi non la pensa così. Le ricordiamo che il coordinamento del PD è a disposizione, qualora la società lo volesse, anche per affrontare la questione più approfonditamente. Saluti e in bocca al lupo per la nuova stagione! Coordinamento PD - Ussana