martedì 23 dicembre 2008

BUON NATALE E FELICE 2009

Carissimi compaesani,

con l’approssimarsi delle festività vogliamo augurarvi i più sinceri auguri a voi ed alle vostre famiglie, soprattutto in un momento difficile come quello che sta attraversando il mondo intero. Il Partito Democratico, pur essendo nella fase di radicamento nel territorio, continua ad occuparsi delle vicende di politica locale e soprattutto nell’ultimo periodo ha constatato che il gruppo consiliare “Ussana Democratica” é stato oggetto di una campagna di demagogici attacchi basati sulla menzogna, e nello specifico sono sorti due casi.

In occasione della seduta del Consiglio Comunale del 09.05.2008 che doveva adeguare il Centro Storico al Piano Paesaggistico Regionale, il nostro gruppo di opposizione ha rilevato diverse incongruenze gravi. Tali incongruenze molto evidenti permangono a tutt'oggi. Ussana democratica ha, da anni, chiesto che gli edifici ricadenti nel centro storico, ma ormai compromessi nelle loro caratteristiche, vengano estromessi dalle zone vincolate; ma la maggioranza attuale si è limitata discrezionalmente solo ad alcuni lotti dei soliti noti, tentando di addebitare queste proprie responsabilità all'opposizione. Non è stata fatta alcuna denuncia, ma ci si è limitati nel trasmettere l’interrogazione fatta in Consiglio Comunale, all’Assessorato Regionale competente. Tutto ciò ha convinto la maggioranza ad andare di casa in casa facendo credere che la Regione avrebbe controllato le varie licenze edilizie già concesse. Queste licenze sono diritti acquisiti dei cittadini e non si riesce a capire perché si debbano coinvolgere i cittadini in problemi che sono, solo ed esclusivamente, dell’amministrazione comunale che dovrà spiegare agli uffici regionali la ratio dei suoi provvedimenti.

La seconda questione riguarda i Lavoratori Socialmente Utili (LSU). Finalmente dopo anni di battaglie, in Consiglio comunale e in piazza, fatte dal PD e dal gruppo Ussana Democratica al fianco di INSAR e sindacati, gli LSU sono stati stabilizzati. Grazie al governo Prodi e all'amministrazione Soru, gli ultimi LSU ussanesi sono stati stabilizzati dopo molti anni di precariato malpagato; il governo Prodi ha messo a disposizione le risorse per stabilizzare questi lavoratori, mentre l'amministrazione Soru ha agevolato i comuni, che ancora dopo anni non avevano provveduto, in questo compito; nel frattempo alcuni LSU, nostri compaesani, sono stati assunti alla Asl 8. “Non ci i soldi, come facciamo, non è possibile, dove li troviamo” questa era la cantilena preferita dall’attuale maggioranza. Ma tant’è che a Gennaio 2009 questa amministrazione si sarebbe trovata con due operai di ruolo in pensione e senza LSU, che nel contempo sarebbero stati chiamati in ruolo presso le ASL o la provincia di Cagliari. Alle riunioni tenutesi al Monte Granatico si sono presentati per la maggioranza solo due assessori e nessun altro! E cosa si inventa questa maggioranza? “Noi abbiamo stabilizzato gli LSU contro la volontà dell'opposizione”. Anche se ormai in Italia ci stiamo abituando al peggio, questa barzelletta non l'ha apprezzata nessuno. Tuttavia siamo gratificati di aver contribuito alla soluzione di uno sfruttamento ed ad un maltrattamento che si protraeva da anni e si sarebbe potuto risolvere già da tempo. Bastava volerlo!

L'ultima considerazione è che, visto il continuo e parossistico ricorrere alla menzogna e alla diffamazione per delegittimare il nostro lavoro, sia ufficialmente iniziata la campagna elettorale per le comunali; di recente il Sindaco si lamentava in un articolo dell’UNIONE SARDA che Ussana fosse diventata la “cenerentola del Campidano”: da quasi dieci anni in capo all’amministrazione c’è lui, non accorgendosene. Guardiamoci attorno: gli altri paesi hanno inserito una marcia in più, con zone industriali e nuovi servizi. E Ussana? Aspetta ancora una zona industriale; con servizi scarsi come le poste e le scuole, solo per citare qualche esempio; o inesistenti, come il poliambulatorio e le zone del paese senza strade e illuminazione. C’è bisogno di un cambio di rotta essenziale: anche il nostro paese ha la dignità per ritagliarsi una condizione migliore, e il Partito Democratico vuole dare il suo contributo per farlo.

BUON NATALE E FELICE 2009

2 commenti:

matilde ha detto...

Se non arrivano con le immagini...

Tanti auguri di Buon Natale a tutti
Ciao, Matilde

desaparecido ha detto...

Buon Natale a tutti...