venerdì 14 agosto 2009

Ussana ancora paralizzata nelle scelte programmatiche.

Mercoledì 13 agosto il gruppo consiliare "USSANA DEMOCRATICA" aveva la maggioranza assoluta: il 100%, con Paolo Loddo a presiedere il consiglio comunale!
Nelle giornate di martedì 12 e mercoledì 13 il sindaco di Ussana e la maggioranza hanno disertato le seduta di consiglio confermando la paralisi descritta anche dall'articolo giornalistico pubblicato ieri su La Nuova Sardegna.

Pertanto restano al palo due lottizzazioni private e la variazione finanziaria al piano socio-assistenziale di vitale importanza per la cittadinanza.

"Ussana Democratica" è invece felice che siano saltate le approvazioni degli altri 3 oggetti all'ordine del giorno che avrebbero ricoperto l'amministrazione comunale di debiti con un mutuo 29nnale per 3.500.000 di euro sfiorando il dissesto finanziario.

C'è da chiedersi cosa ci aspetta in questo scorcio di legislatura che ci porterà alle prossime elezioni comunali nel 2010.

venerdì 7 agosto 2009

GRAZIE

Anche quest’anno, pur in un periodo non felice per l’economia, siamo riusciti ad organizzare e portare a termine la Festa de L’Unità, che ormai da cinque anni presentiamo alla popolazione nel primo fine settimana di Agosto. Un ringraziamento particolare va fatto ai nostri compaesani che, come ogni anno, non ci hanno fatto mancare il loro apporto: non solo economico, ma soprattutto emotivo, che ci ha spinto a superare tutti i tipi di difficoltà. Altro ringraziamento è per tutti quelli che hanno collaborato alla realizzazione della festa: l’elenco delle persone è lungo, però chi ha collaborato sa che a lei o lui va un enorme grazie per le serate intere passate ad organizzare la festa e per il lavoro prestato nei giorni della festa stessa.
Tra meno di un anno si voterà per il rinnovo del Consiglio comunale. Noi, come Partito Democratico, da ormai molti mesi siamo impegnati nella costruzione delle alleanze e nella formazione di una lista, speriamo vincente, per dare qualche speranza di cambiamento alla nostra Ussana. E’ sotto gli occhi di tutti in quali condizioni sia rovinato il nostro paese, ancora nel 2009 senza strade asfaltate od opere pubbliche incompiute. Noi ci candidiamo fin d’ora a dare una risposta tangibile a questi (e tutti gli altri) problemi, senza false promesse come in questi 10 anni sono state fatte. E’ tempo di cambiamento…